Bolle rosa, Oltrepò Pavese

Mornasca Rosé metodo classico 2011 Cascina Gnocco

Oltrepòluglio2015 048Conoscevate l’esistenza e soprattutto avevate mai bevuto, prodotto in Oltrepò Pavese, patria di qualcosa come tremila ettari di Pinot nero, ampiamente utilizzato anche per la produzione di Rosé, che nella versione metodo classico talora portano il marchio collettivo di Cruasé, il vino ottenuto da un’uva che si chiama Mornasca o “uva di Mornico”?

Se la risposta è negativa potete ringraziare Rosé Wine Blog che vi porta in un’azienda di Mornico Losana, Cascina Gnocco, che attiva dal 1923 e sempre appartenuta alla famiglia Cuneo, dall’inizio del Nuovo Millennio ha voluto legare il proprio nome, per scelta di Domenico Cuneo e del figlio Fabio, ad un qualcosa che caratterizzasse maggiormente l’azienda e la legasse strettamente alla propria storia, anche vitivinicola.

Nasce così il “Progetto Autoctoni”, una volontà “di raccontare il nostro territorio utilizzando solo uve originarie dell’Oltrepò Pavese, e in particolare una varietà di uva rossa, la Mornasca, che alcuni secoli fa si sviluppò in alcuni vigneti siti nel comune di Mornico Losana”. Con questa idea in mente, i Cuneo hanno abbandonato la produzione di altri vini cheottenevamo con uve non autoctone dell’Oltrepò Pavese.

Ma perché mai una svolta tanto coraggiosa e radicale, e così rischiosa, soprattutto in una terra che sembra aver trovato i propri punti di riferimento viticoli in uve come Pinot Nero, Riesling, Barbera, oltre alla Croatina che a Cascina Gnocco usano per la Bonarda?

Io la definirei una decisione di tipo culturale e affettiva, perché tale non può che essere la scelta di recuperare e portare a nuova vita “la Mornasca, conosciuta anche con il vecchio nome di “Uva di Mornico”, era presente nei vigneti di questo paese già prima della Fillossera e veniva usata nella prima metà del secolo scorso per soddisfare la domanda di grandi quantitativi proveniente dal milanese, in quanto produceva rese piuttosto abbondanti”.

Successivamente forse queste caratteristiche di abbondanza la portarono ad essere sostituita con altre varietà, e anche a Cascina Gnocco rischiò di rimanere una curiosità, una stravaganza presente in vigna, semplicemente qualificata come “Uva di Mornico” se nel 2005 dapprima uno studio condotto dall’Università di Milano su questa singolare varietà e poi un lavoro particolare condotto dai Cuneo nella loro vigna applicando potature più corte per ridurre le rese non portarono a risultati così sorprendenti, da un punto di vista qualitativo, che l’uva poté essere inserita nel registro nazionale delle varietà di vite come Mornasca e a Cascina Gnocco poterono guardarla con occhi diversi.

Lavorando in una vinificazione in rosso a causa di una vendemmia tardiva che diede un vino con caratteristiche del tutto inedite, ma anche, cosa più sorprendente, pensando di dare vita ad un metodo classico Rosé, il Rosé Mornasca.

Lavorazione meticolosa con pressatura soffice delle uve, seguita da fermentazione primaria e filtrazione, raffreddamento e affinamento in acciaio e poi l’estate successiva aggiunga di lieviti e zucchero. Seconda fermentazione in bottiglia, con affinamento non inferiore ai 18 mesi ed il risultato è sorprendente.

Lo è già dal colore, un incrocio tra salmone pallido e rosa antico, poi con il perlage, che è piuttosto fine e continuo, e soprattutto con i profumi, che svariano dal floreale ai piccoli frutti rossi, alla crosta di pane, in una cornice di grande pulizia e freschezza, di bella delicatezza aromatica. Il meglio viene però al gusto, che manifesta corpo saldo, bocca salata viva e sottile, con dinamismo e nerbo acido, una bella spinta e continuità, un chiaro ricordo di ribes e lampone, per un vino ben calibrato, ben sapido, strutturato al punto giusto ma fresco e di sicura personalità

Il produttore ne consiglia l’abbinamento a frittura di pesce, lasagne al radicchio, carpaccio di salmone e tagliere di salumi, ma credo che questo Mornasca Rosé potrà reggere tranquillamente, vino singolare com’è, anche gli accostamenti più originali.

Cascina Gnocco
Frazione Losana 20
27040 Mornico Losana, PV
Tel. : +390383892280
E-mail : info@cascinagnocco.it – cascinagnocco@tiscali.it
Sito Internet http://www.cascinagnocco.it/


Attenzione! Non dimenticate di leggere anche:

• Vino al Vino
• Le Mille Bolle Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *